Fine del supporto a Windows 7



Autore: Team Infor
Categoria: Sicurezza Informatica

 

infor-13-01-2020

Dal giorno 14/01/2020 Windows 7 non è più supportato. Dopo 10 anni di servizio il sistema operativo non riceverà più il supporto di Microsoft per lasciare spazio definitivamente a Windows 10.

Ma cosa significa che il supporto per Windows 7 è terminato?

Se temete che il computer possa improvvisamente smettere di funzionare, vi sbagliate. Sarete però molto più vulnerabili a virus e a malware, dal momento che Microsoft non fornirà più aggiornamenti software, patch di sicurezza e supporto tecnico per eventuali problemi.

Come saprete tutti i software necessitano di continui aggiornamenti per funzionare correttamente e mantenere un buon livello di sicurezza. Queste correzioni servono in prevalenza a risolvere bug (errori) o chiudere le brecce per impedire il passaggio dei virus.

Con la chiusura del supporto questi aggiornamenti non verranno più rilasciati e di conseguenza il sistema operativo diverrà velocemente l’obiettivo di numerosi attacchi informatici. Uno dei primi casi è la falla riscontrata in Internet Explorer.

Questo significa che se dovessero essere scoperti nuovi bug o falle di sicurezza in Windows 7, queste non verranno più corrette. Inoltre, visto che il sistema operativo è stato abbandonato, gli sviluppatori software non avranno più motivo di sviluppare programmi compatibili con questo sistema, quindi con il passare del tempo tutte le nuove versioni dei software non funzioneranno più su questo sistema operativo.

Nei mesi si finirà per utilizzare programmi per l’invio di email datati, browser obsoleti e antivirus non aggiornati. Tutti programmi che necessitano di un collegamento con la rete, per cui ancor più rischiosi.

Cosa fare quindi?

In seguito al 14 Gennaio il computer continuerà a funzionare come sempre ma non si avrà più la stessa sicurezza durante lo svolgimento di tutte le operazioni quotidiane.

Il primo consiglio è quello di eseguire un backup dei dati per scongiurare il rischio di perdere i file di lavoro. Successivamente, prima di passare a Windows 10, è opportuno controllare le specifiche tecniche dei computer per verificarne la compatibilità con il nuovo sistema operativo.

Per svolgere questi passaggi consigliamo di rivolgersi a dei professionisti per avere la certezza della buona riuscita dell’operazione, senza rischi.

INFOR effettua l’assistenza su computer aziendali ed è in grado di eseguire i backup su cloud o hard disk. Il nostro Supporto Tecnico rimane a vostra disposizione per qualsiasi chiarimento in merito.

CONTATTACI per richiedere un intervento risolutivo.





#iorestoacasa e tu?


LAVORA da casa,
PROTEGGI la salute e
MANTIENI la produttività aziendale.
RICHIEDI i fondi della Regione Lombardia.
CONTATTACI per una soluzione personalizzata.


Richiedi maggiori informazioni

X