Come fare business con WhatsApp e Telegram



Autore: Team Infor
Categoria: Business

 

news2

Quando si parla di chat o messaggistica istantanea è naturale pensare a WhatsApp e Telegram, le due applicazioni più diffuse della categoria. La prima conta 31 milioni di utenti in Italia mentre la seconda è sui 13 milioni di utenti.

Se essere presenti su WhatsApp è quasi scontato, lo stesso non vale per Telegram. Quest’ultima, infatti, è progettata su misura per i professionisti e quindi prevede funzionalità adatte alle imprese. Nonostante ciò, con il tempo, anche WhatsApp si è evoluta introducendo la versione Business, comprensiva di nuove funzionalità per le aziende.

Le differenze nei numeri

Il vantaggio di WhatsApp è il suo bacino di utenza. Oltre l’80% degli utenti di smartphone la utilizza e quasi 65 miliardi di messaggi vengono inviati quotidianamente. L’elevata disponibilità di utenti, i quali controllano l’app almeno 40 volte al giorno, conferisce a WhatsApp un grande punto di forza.

Telegram invece è ideale per comporre messaggi da destinare a un ampio pubblico. Numerose sono le testate giornalistiche e varie le community che ne fanno uso. Si tratta di un modo diverso di comunicare e recepire un messaggio. Per l’utente medio è un buon modo per restare in contatto con le fonti preferite.

Gestire i pagamenti

Telegram, mediante la funzione Bot Payments, consente di fare ordini di beni o servizi e pagare direttamente dall’applicazione. Al momento WhatsApp Business sta testando la funzionalità, ma in Italia non ancora.

Bot e risposte automatiche

Ma una volta creato il contatto cosa fare quando si iniziano a ricevere messaggi? WhatsApp per le aziende consente di rispondere al cliente più rapidamente grazie alla funzione di risposta rapida e automatica. Telegram invece richiede la programmazione di un bot dedicato alle risposte automatiche. Decisamente meno immediato da predisporre.

Profili Business

Chiaramente per approfittare di queste funzioni è richiesta l’iscrizione alle versioni Business, che introducono anche ulteriori caratteristiche.

Aprire un canale Telegram significa poter inserire una descrizione dettagliata della propria attività (nome, contatti, sito, …) e la possibilità di inviare le proprie informazioni a un numero illimitato di contatti. Numerosi professionisti hanno compreso il potenziale dei canali in quanto punto di forza di Telegram.

Quanto sarebbe bello fare sondaggi e ricerche di mercato direttamente dall’app? Telegram ha implementato la possibilità di includere i propri clienti di esprimere direttamente il proprio parere sui prodotti. WhatsApp Business tenta di replicare il servizio ma risulta sottotono.

Esempi di utilizzo

Enel Energia ha deciso di puntare su Telegram grazie a un bot che permette all’utente di inviare letture per messaggio e controllare lo stato del contratto e dei pagamenti direttamente dalla conversazione.

In base al business queste funzionalità possono tornare utili alle aziende per ridurre i tempi del customer care e ottimizzare le risorse nella gestione dei clienti.

Vuoi saperne di più? CONTATTACI.





INFOR S.R.L. sospenderà le normali attività dal 10 al 21 Agosto.

Per tutto il mese di Agosto verranno svolte esclusivamente attività già programmate o urgenze facendone richiesta tramite:

VOCE 030 9937 107

EMAIL assistenza@infor.it

AREA RISERVATA: Clicca qui per accedere

X